LITAB - Lega italiana Tiro alla Balestra

LITAB - Lega italiana Tiro alla Balestra

La L.I.T.A.B. (Lega Italiana Tiro alla Balestra) è un'organizzazione a livello nazionale, che raccoglie 22 Compagnie di altrettante città dove si pratica il tiro con la Balestra tradizionale sia da Banco che a Braccio. Le Balestre a braccio utilizzate , “all'italiana”, si rifanno alle balestre medioevali e rinascimentali che devono rispondere a precise norme tecniche (Arco in acciaio, teniere in legno, sistema di armamento a leva). Le Verrette o dardi, sono in legno con punta conica in acciaio e di lunghezza totale di 45 cm. circa. Per stabilizzarne il volo, i dardi sono forniti di impennatura naturale. Il peso complessivi di ogni dardo, va dai 50 agli 80 grammi. Sebbene le balestre utilizzate siano in grado di superare abbondantemente i 150 mt, le gare si disputano sulla distanza di 20 – 25 – 29 metri, per motivi di spazio e di sicurezza.

Regolamento di tiro

  1. II Torneo viene disputato con la balestra tradizionale a braccio;
  2. Le balestre ed i dardi dovranno essere conforme al regolamento della LITAB;
  3. Il bersaglio per il Torneo è costituito dal bersaglio LITAB “quadrello” realizzato come da specifiche L.I.T.A.B. in legno multistrato ( 33 × 33 × 5 ) con cerchi concentrici e con punteggio da P.ti 30 a P.ti 0. Tale tipologia di bersaglio sarà utilizzato sia per la gara a squadre che per la gara individuale;
  4. II bersaglio è posto a m. 20 di distanza e ad un'altezza di circa mt. 2 dal piano della linea di tiro;
  5. Ogni dardo deve recare il nominativo o nome d'arme del balestriere e della compagnia d'appartenenza. Il punteggio realizzato da dardi mancanti di tali requisiti sarà annullato;
  6. Prima dell'inizio della gara avverrà il sorteggio per l'ordine delle postazione di tiro;
  7. Il Torneo è diretto da un Cancelliere (nominato dalla compagnia organizzatrice);
  8. I Maestri d'Arme delle compagnie partecipanti andranno a comporre la Giuria di gara. Il Cancelliere in caso di contestazioni si avvale del parere espresso dalla maggioranza dei Maestri d'arme;
  9. Prima dell'inizio del Torneo ogni Maestro d'Arme sarà sorteggiato in abbinamento ad un'altra compagnia in qualità di membro della giuria per il conteggio dei punti che effettuerà in abbinamento al Capitano della compagnia;
  10. E' fatto assoluto divieto puntare la balestra carica verso l'alto o in direzioni diverse dal bersaglio di tiro. Il posizionamento del dardo deve avvenire con la balestra appoggiata sull'apposita balaustra. Le infrazioni a tali disposizioni di sicurezza saranno sancite con la squalifica del balestriere tiratore;
  11. I balestrieri possono caricare la balestra ed eseguire la fase di puntamento e tiro solo dopo avere ricevuto il segnale (BALESTRIERI……A VOI!) dal Cancelliere;
  12. Al termine di ogni tornata di tiro, è fatto assoluto divieto, ad ogni partecipante, superare la linea di tiro ed avvicinarsi al bersaglio per il recupero dei propri dardi se non previa autorizzazione del Cancelliere;
  13. Eventuali reclami o contestazioni dovranno essere presentate unicamente tramite il proprio Maestro d'armi, al Cancelliere. Sarà compito di quest'ultimo presentarli alla Giuria per le decisioni finali;
  14. Per tutto quanto non contemplato nel presente regolamento, si farà riferimento al REGOLAMENTO TECNICO della LITAB;

Gara individuale

La Gara di tiro individuale sarà suddivisa in due fasi distinte: QUALIFICA e FINALE.

Fase di Qualifica:

  • Si svolgeranno dalle ore 10.00 alle ore 13.00;
  • Potranno partecipare tutti i balestrieri iscritti al Torneo fino ad un massimo di 12 per Compagnia;
  • Ogni balestriere scaglierà un totale di 9 dardi suddivisi in 3 volate di 3;
  • Le 3 volate di qualificazione, si svolgeranno entro la mattinata.
  • Le tornate di tiro saranno organizzate per squadra d'appartenenza e per ordine alfabetico (es: prima tutti i balestrieri della compagnia di Bucchianico in ordine alfabetico, al fine che solo il Cancelliere ed il Maestro d'arme abbinato in giuria alla squadra di Bucchianico si muoveranno sul campo di gara;
  • Al termine dei 3 turni di qualifica, i primi 10 balestrieri classificati (considerando la sommatoria dei 9 dardi scagliati), accederanno alla fase finale;
  • In caso di parità di punteggio saranno conteggiati, il maggior numero di Pt.30 conseguiti. Nel caso in cui dovesse perdurare la parità saranno conteggiati il maggior numero di Pt.29 e così di seguito. Tale formula resterà valida anche per la determinazione dei vincitori nella fase finale, considerando il totale dei tiri effettuati sia in qualifica che in finale.

Fase di Finale:

  • Si svolgerà alle ore 16.00;
  • Parteciperanno i primi 10 balestrieri classificati nelle 3 volate di qualifica;
  • Il punteggio precedentemente ottenuto nella fase di qualifica sarà mantenuto e sommato al punteggio ottenuto alla fase finale;
  • Nella fase finale ogni balestriere scaglierà un totale di 3 verrette consecutivamente;
  • La sommatoria del punteggio ottenuto alla fase di qualificazione e alla fase di finale determinerà la classifica conclusiva e i primi 3 (tre) classificati.
  • In caso di parità di punteggio vale quanto riportato in proposito per la fase di qualificazione.

Gara a squadre:

  1. Le squadre partecipanti potranno essere composte da una massimo di 8 balestrieri che tirano una volata di tre dardi ciascuno (24 dardi a squadra);
  2. Per la gara a squadre saranno iscritte al Campionato solo le compagnie d'armi con almeno n. 8 balestrieri;
  3. Vincerà il torneo, la compagnia balestrieri che al termine dei 24 dardi lanciati, avrà ottenuto il punteggio maggiore.

Ogni compagnia, prima dei tiri di prova della mattina, dovrà:

  1. presentare ai giudici di tavolo, la lista dei nomi, ed eventuali nomi di battaglia, dei propri balestrieri in gara nell'ordine di tiro previsto.
  2. indicare nelle liste, il nome del maestro d'arme e del capitano.
  3. ogni Maestro d'Arme sarà sorteggiato in abbinamento ad un'altra compagnia in qualità di membro della giuria per il conteggio dei punti che effettuerà in abbinamento al Capitano della compagnia.

ALBO D'ORO

Albo d'Oro Campionato Italiano Balestra Antica Manesca a Braccio –specialità a Squadre

Balestra Antica Manesca a Braccio

Data Città ospitante Compagnia vincitrice Punti
2012 Cortona Cagli 545
2011 Firenze Mondavio 518
2010 Cagli Firenze 517
2009 Cerreto Guidi Firenze 537
2008 Castiglion Fiorentino Firenze 564
2007 San Severino Marche Cortona 465
2006 Popoli Mondavio 399
2005 Mondavio Cagli 421
2004 Mondaino Cortona 437
2003 —-
2002 —-
2001 Cortona Mondaino 385

Albo d'Oro Campionato Italiano Balestra Antica Manesca a Braccio – Specialità Individuale

Nome/Cognome Nome di Battaglia Compagnia Balestrieri
Marco Ferranti Nibbio Cortona
Fabio Checcucci Zanza Firenze
Roberto Lupi Falco Cerreto Guidi
Andrea Fatichi I’Foca Firenze
Stefano Santi Cagli
Tommaso Camilloni Cagli
Mauro Masini Cerreto Guidi
Bruno Borri San Severino Marche
Astore Popoli
Pierpaolo Saioni Mondaino